La Sardegna a Roma, grande spinta dei cittadini contro il Porcellum!

La Sardegna a Roma, grande spinta dei cittadini contro il Porcellum!

Per i Riformatori Sardi è arrivato il tempo di fare cose concrete contro il Porcellum. Non si può andare al voto con una legge elettorale vergognosa che manda in Parlamento solo i nominati dai capibastone. Oggi è il giorno dell’indignazione partecipata, della mobilitazione popolare contro una porcata nazionale, consapevoli tutti che per cambiare non basta urlare un “Vaffa”.

Questa mattina i Riformatori Sardi hanno aperto il No Porcellum day al Pantheon tagliando simbolicamente un porceddu sardo e distribuendolo ai tanti cittadini che si sono uniti alla manifestazione. All’iniziativa hanno partecipato il presidente di Scelta Civica, Alberto Bombassei, il portavoce Benedetto Della Vedova, il senatore Dalla Zuanna e i deputati Galgano, Matarrese, Monchiero, Nissoli, Rabino, Romano, Schirò, Sottanelli e Vezzali.

Una iniziativa che ha richiamato l’attenzione di centinaia di romani e di turisti in una delle piazze più frequentate della Capitale.

Il video su Repubblica.it

 

 

Il senatore Dalla Zuanna tra i giapponesi curiosi

japan

 

Con i colleghi di Scelta Civica

Con i colleghi di Scelta Civica

TFA, l’interrogazione al Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca

TFA, l’interrogazione al Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca

VARGIU. — Al Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca. — Per sapere – premesso che:
i tirocini formativi attivi ordinari (TFA), recentemente conclusi, hanno selezionato, tra duecentomila concorrenti, circa undicimila docenti attraverso un’apposita prova d’accesso sulle conoscenze disciplinari relative alle materie oggetto di insegnamento della classe di abilitazione, secondo i programmi definiti dal Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca;

i tirocini formativi attivi recentemente conclusi, o in procinto di concludersi, hanno specificatamente formato i suddetti docenti per svolgere l’attività di insegnamento;
l’attuale sistema di formazione dei nuovi insegnanti per la scuola secondaria, conosciuto come tirocinio formativo attivo, ha abilitato in quest’anno accademico quasi undicimila docenti che, per accedervi, hanno dovuto superare tre dure prove di accesso, pagare una tassa di iscrizione (circa 2.600 euro in media), frequentare corsi disciplinari e pedagogico-didattici, affrontare un tirocinio di 475 ore e sostenere un esame finale;
l’accesso al tirocinio formativo attivo è stato articolato attraverso il superamento di tre prove, svoltesi fra il luglio ed il novembre del 2012, così distinte: a) preselettiva b) prova scritta c) prova orale;

il percorso formativo ha poi contemplato la frequenza di corsi disciplinari e pedagogico-didattici e il superamento dei relativi esami, concludendosi con un esame finale di abilitazione concernente l’esposizione di un progetto didattico su un argomento disciplinare estratto a sorte da ciascun candidato e la discussione della relazione finale sul tirocinio svolto in classe;

sulla base del decreto ministeriale n. 249 del 2010, e dei successivi regolamenti ministeriali ad esso connesso, l’abilitazione conseguita tramite la frequenza del tirocinio formativo attivo risulta declassata rispetto a quella conseguita in passato con i cicli delle scuole di specializzazione per l’insegnamento secondario, ai cui abilitati era sempre spettato l’inserimento nelle graduatorie ad esaurimento, unico canale utile per ottenere l’immissione in ruolo per scorrimento (legge n. 296 del 2006). A differenza di quanto avvenuto sempre in passato, quindi, al titolo conseguito con il tirocinio formativo attivo spetterebbe solamente l’accesso alla seconda fascia delle graduatorie d’istituto, dalle quali è difficilmente ottenibile un incarico annuale, né si potrà mai ambire all’inserimento in ruolo a tempo indeterminato;

il vulnus del decreto ministeriale n. 572 del 2013 opera una disparità di trattamento tra titoli di abilitazione equipollenti, violando a giudizio dell’interrogante la direttiva 2005/36/CE e sancendo il paradosso normativo per cui i docenti abilitati nei Paesi dell’Unione europea possano accedere alle graduatorie ad esaurimento e, quindi, in prospettiva, al ruolo, mentre quei docenti che hanno conseguito lo stesso titolo entro i confini nazionali vengono relegati alla seconda fascia delle graduatorie d’istituto, dalle quali è possibile ottenere supplenze saltuarie e temporanee, senza con ciò poter ambire ad un incarico a tempo indeterminato;
il decreto ministeriale n. 249 del 2010, inoltre, annoverava tra i suoi principi cardine la corrispondenza tra i posti messi in palio per l’accesso al tirocinio formativo attivo e il fabbisogno di personale scolastico calcolato sulla base dei futuri pensionamenti;
nonostante la riduzione strutturale di questi ultimi, dovuto agli effetti delle più recenti azioni di riforma del sistema, il Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca ha varato con il decreto ministeriale n. 81 del 2013 l’ennesima sanatoria attraverso i cosiddetti percorsi abilitanti speciali, che abiliterà ope legis 80.000 docenti aventi un’anzianità di servizio pari a tre anni scolastici, senza alcuna verifica meritocratica delle loro conoscenze didattico-disciplinari, derogando in tal modo al principio del fabbisogno reale di docenti sancito nel decreto ministeriale n. 249 del 2010;

molti di coloro che si abiliteranno attraverso questo percorso speciale, infatti, potendo vantare un alto punteggio di servizio, rischiano di scavalcare gli abilitati con merito del tirocinio formativo attivo nelle graduatorie d’istituto, ottenendo priorità negli incarichi di supplenza, pur non avendo dimostrato in alcun modo il proprio grado di conoscenza delle pratiche didattiche necessarie ad un proficuo processo di insegnamento-apprendimento –:
quali iniziative, anche di tipo normativo, ritenga opportuno assumere per la riapertura e l’inserimento nella terza fascia delle graduatorie ad esaurimento dei docenti abilitati tramite la frequenza del tirocinio formativo attivo ordinario, con un punteggio pari a quello conferito negli anni precedenti agli abilitati delle scuole di specializzazione per l’insegnamento secondario, in virtù della direttiva 2005/36/CE, che sancisce l’uguaglianza dei titoli abilitanti professionali nel territorio dell’Unione europea. (4-02343)

#noporcellumday, domani al Pantheon faremo a pezzi il Porcellum! Calderoli invitato come ospite d’onore

#noporcellumday, domani al Pantheon faremo a pezzi il Porcellum! Calderoli invitato come ospite d’onore

 

Scopri com’è andata qui —-> http://www.pierpaolovargiu.it/no-porcellum-day/

Domani i Riformatori Sardi apriranno il No Porcellum Day: manifesteremo contro l’attuale legge elettorale e simbolicamente arrostiremo un vero porceddu sardo come liberazione dalla “porcata” nazionale.

Abbiamo invitato anche il senatore Calderoli a fare a pezzi il Porcellum con noi, sarà il nostro ospite d’onore, lui che non è particolarmente affezionato alla creatura di sua paternità. La politica deve davvero rimangiarsi con un boccone solo prima possibile una legge assai meno commestibile del nostro maialetto.
Alla manifestazione tutta sarda, che si terrà alle 9,30 al Pantheon, parteciperanno gli amministratori locali che hanno aderito alla battaglia No Porcellum promossa da Roberto Giachetti. Prevista anche la partecipazione dei deputati di Scelta Civica, Antimo Cesaro, Angelo D’Agostino, Adriana Galgano, Salvatore Matarrese, Andrea Mazziotti, Giovanni Monchiero, Fucsia Nissoli, Roberta Oliaro, Mariano Rabino, Andrea Romano, Giulio Sottanelli e Valentina Vezzali.
***
I sardi in piazza a Roma contro il Porcellum e il Porcellinum, mostro a due teste, geneticamente modificato. La Sardegna che è stata di gran lunga la regione che ha maggiormente contribuito  alle battaglie referendarie aprirà la giornata di manifestazioni contro la porcata nazionale con una propria iniziativa, tutta sarda

La Sardegna è stata in prima linea nella raccolta delle firme per il referendum contro il Porcellum. Nell’Isola erano state raccolte ben 120mila adesioni delle 800mila di tutto il Paese, vale a dire che il 15 per cento di tutte le firme sono state raccolte proprio qui in Sardegna. Questo sta a significare quanto i sardi siano contrari al Porcellum e vogliano una legge elettorale dove l’elettore possa scegliere chi governerà e chi andrà a rappresentarlo in Parlamento.

Ecco perché la Sardegna, che è stata di gran lunga la regione che ha maggior contribuito alle battaglie referendarie, aprirà la giornata di manifestazioni contro la porcata nazionale con una propria iniziativa, tutta sarda. “Siamo contro il Porcellum e contro i i nuovi Porcellinum di varia natura, veri mostri a due teste, e quindi arrostiremo in Piazza del Pantheon un vero maialetto sardo”, concludono i Riformatori.

Alla manifestazione parteciperanno i rappresentanti dei circoli dei Sardi a Roma.

Manifestazione 3110

Mercoledì il ministro Saccomanni in Commissione, l’ultima audizione dell’indagine conoscitiva

XII Commissione Affari Sociali, il programma dei lavori della settimana 28-31 ottobre. *** Ho aderito a #parlamentocasadivetro, l’iniziativa promossa da Open Polis per  la trasparenza dei lavori in Commissione. Un impegno per ribadire la volontà di cambiamento delle istituzioni e l’apertura a meccanismi di partecipazione intelligente dei cittadini. ***

Martedì 29 ottobre 2013

Al termine a.m. Assemblea

                        RELAZIONI AL PARLAMENTO

                        Relazione sullo stato di attuazione del decreto legislativo recante la riorganizzazione dell’Associazione italiana della Croce Rossa (CRI) (seguito esame Doc. CCVI, n. 1 – rel. Monchiero)

Al termine      COMITATO RISTRETTO

Disposizioni per la prevenzione, la cura e la riabilitazione della dipendenza da gioco d’azzardo patologico (esame C. 101 Binetti, C. 102 Binetti, C. 267 Fucci, C. 433 Mongiello e C. 1596 Baroni – rel. Binetti)

 

Mercoledì 30 ottobre 2013

Ore 14.15       INTERROGAZIONI

5-00763 Valeria Valente: Inserimento dell’agopuntura nei nuovi LEA

5-00820 De Rosa: Accordo di programma proposto dalla regione Lombardia per la costruzione della città della salute e della ricerca a Sesto San Giovanni

Al termine      SEDE REFERENTE

Modifica all’articolo 31 del DL n. 207/2008, convertito, con modificazioni, dalla legge 27 febbraio 2009, n. 14, concernente l’indennizzo in favore delle persone affette da sindrome da talidomide (seguito esame testo unificato C. 263 Fucci, C. 843 Piazzoni e C. 858 Miotto – rel. Fucci)

Ore 14.45       AUDIZIONI

Audizione del Sottosegretario di Stato per la salute, Paolo Fadda, sulle problematiche dei malati di SLA, con particolare riferimento al recente incontro con il Comitato 16 novembre

Al termine      COMITATO RISTRETTO

Disposizioni per la prevenzione, la cura e la riabilitazione della dipendenza da gioco d’azzardo patologico (seguito esame C. 101 Binetti, C. 102 Binetti, C. 267 Fucci, C. 433 Mongiello e C. 1596 Baroni – rel. Binetti)

Ore 20.30       COMMISSIONI RIUNITE (Sala del Mappamondo)

(V e XII)         INDAGINE CONOSCITIVA

La sfida della tutela della salute tra nuove esigenze del sistema sanitario e obiettivi di finanza pubblica: audizione del Ministro dell’economia e delle finanze, Maurizio Saccomanni

 

Giovedì 31 ottobre 2013

Ore 13.30       RELAZIONI AL PARLAMENTO

                        Relazione sullo stato di attuazione del decreto legislativo recante la riorganizzazione dell’Associazione italiana della Croce Rossa (CRI) (seguito esame Doc. CCVI, n. 1 – rel. Monchiero)

Al termine      COMITATO RISTRETTO

Disposizioni per la prevenzione, la cura e la riabilitazione della dipendenza da gioco d’azzardo patologico (seguito esame C. 101 Binetti, C. 102 Binetti, C. 267 Fucci, C. 433 Mongiello e C. 1596 Baroni – rel. Binetti)

Al termine      UFFICIO DI PRESIDENZA INTEGRATO DAI RAPPRESENTANTI DEI GRUPPI

Staffetta del digiuno verso il #noporcellum day: tutti gli amministratori sardi che aderiscono all’iniziativa

Staffetta del digiuno verso il #noporcellum day: tutti gli amministratori sardi che aderiscono all’iniziativa

Continua la nostra battaglia riformatrice per l’abolizione del Porcellum. Dopo la grande mobilitazione per la raccolta delle firme due anni fa, oggi sono in tantissimi anche in Sardegna a voler dare una scossa alla vecchia politica per cambiare la legge elettorale.

Ecco l’elenco degli amministratori che hanno aderito alla staffetta del digiuno contro il Porcellum, in vista della manifestazione nazionale che si terrà a Roma il 31 ottobre.

Aderisci anche tu all’iniziativa! Unisciti anche tu alla staffetta del digiuno: scegli un giorno da oggi fino al 31 ottobre e clicca qui per comunicarlo!

 

Inviaci su Facebook una tua foto e un tuo messaggio con il cartello #noporcellum!

 

Lunedì 21 Ottobre

DESSÌ GIACOMO TERRALBA
PIRAS LILIANA LANUSEI
COGOTTI MARIANO PISCINAS
NURRA DANIELA SANTA GIUSTA
GIBILLINI ROBERTO CARBONIA
PARDU MIRKO SELEGAS
DEIDDA UMBERTO MANDAS

Martedì 22 Ottobre

FARRIS ALICE SOLEMINIS
LOCCI ELIANO S.G. SUERGIU
ZANETTI ALBERTO ALGHERO
PORRU RAFFAELE SELEGAS
MAMELI GABRIELLA SELARGIUS
PISTIS VALENTINA IGLESIAS
MARROCU PIETRO SELEGAS

Mercoledì 23 Ottobre

VARGIU SANDRO CAGLIARI
VARGIU LUIGI OSINI
FARRIS ONOFRIO SESTU
SOLINAS SEBASTIANO OSSI
ATZENI LUIGI NURAMINIS
CASSANO GAVINO OSSI
MAZZUZZI FRANCA QUARTU SANT’ELENA

Giovedì 24 Ottobre

VACCA GIOVANNI ANTONIO NURACHI
CONCAS CLAUDIO MURAVERA
ORRÙ GIANNI BUSACHI
MAMELI IVAN BARISARDO
ALIMONDA GIORGIO PORTOSCUSO
MARONGIU VALTER VILLASOR
MAMELI RITA MONSERRATO

Venerdì 25 Ottobre

MELIS MARCO CARDEDU
CASU FRANCESCA ASSEMINI
PISTIDDA MICHELE FLORINAS
PALMAS CLAUDIO VILLANOVA TRUSCHEDU
SCANU LAURA ORISTANO
LAI MARCELLO SENORBI’
MURANA ALESSANDRO CABRAS
MARINARO FRANCESCO ALGHERO
ERRIU VITTORINO SAN BASILIO

Sabato 26 Ottobre

COSSA ALESSANDRO SESTU
SANTEUFEMIA GIUSEPPE CARBONIA
ZARA GIACOMO ITTIRI
DI CESARE FORTUNATO QUARTU S.E.
NONNE ANTONIO URAS
MEREU ALESSIO CAGLIARI
DERIU GIOVANNI MARIA SUNI

Domenica 27 Ottobre

COCCO GIAMPIERO SINNAI
NONNIS MARIANO CARBONIA
ORGIANA DARIO SETTIMO SAN PIETRO
MARINI GABRIELE QUARTU S.E.
AGHEDU ALESSANDRO SELARGIUS
BASCIU GABRIELE MARRUBIU
CARIA GIUSEPPE BURCEI

Lunedì 28 Ottobre

CIONI RICCARDO SELARGIUS
CANETTO FABRIZIO SELARGIUS
DEIANA GIUSEPPE SASSARI
TOLU ANGELO PULA
COCCO GERMANA SAN SPERATE
ARTIZZU DANILO SIURGUS D.
MARRAS FILIPPO MONSERRATO

Martedì 29 Ottobre

USAI RICCIOTTI DOLIANOVA
MASCIA LUIGI S.ANDREA FRIUS
SECCI MARIA PAOLA SESTU
FADDA FRANCESCO SERDIANA
CRUCCU GIOVANNI SAN GAVINO MONREALE
DERIU ROBERTO NUORO
ONNIS CHIARA AUSTIS

Mercoledì 30 Ottobre

PISU IGNAZIO PAOLO LACONI
CASULA PIERO FRANCO BOSA
MALLOCI MAURIZIO ALBAGIARA
MELONI ANTONIO SAN TEODORO
SCAMPUDDU ANTONIO LUOGOSANTO
CICCOLINI GIUSEPPE BITTI
BAGIELLA DIEGO NUORO
PISCEDDA WALTER ELMAS
MURGIONI RITA QUARTU SANT’ELENA

Programma dei lavori – Settimana 21-25 ottobre 2013

Scopri in sintesi quali temi saranno affrontati dalla XII Commissione Affari Sociali questa settimana.

*** Ho aderito a #parlamentocasadivetro, l’iniziativa promossa da Open Polis per  la trasparenza dei lavori in Commissione. Un impegno per ribadire la volontà di cambiamento delle istituzioni e l’apertura a meccanismi di partecipazione intelligente dei cittadini. ***

 

 

_________________

SEDE CONSULTIVA: Alla VIII Commissione: Disposizioni per il coordinamento della disciplina in materia di abbattimento delle barriere architettoniche (esame nuovo testo C. 1013 D’Incecco – rel. D’Incecco)

SEDE REFERENTE: Disposizioni in materia di responsabilità professionale del personale sanitario (seguito esame C. 259 Fucci, C. 262 Fucci, C. 1324 Calabrò e C. 1312 Grillo – rel. Vargiu)

– Disposizioni per la prevenzione, la cura e la riabilitazione della dipendenza da gioco d’azzardo patologico (seguito esame C. 101 Binetti, C. 102 Binetti, C. 267 Fucci, C. 433 Mongiello e C. 1596 Baroni – rel. Binetti)

– Modifica all’articolo 31 del DL n. 207/2008, convertito, con modificazioni, dalla legge 27 febbraio 2009, n. 14, concernente l’indennizzo in favore delle persone affette da sindrome da talidomide (seguito esame testo unificato C. 263 Fucci, C. 843 Piazzoni e C. 858 Miotto – rel. Fucci)

 

INTERROGAZIONI

5-00854 Scuvera: Monitoraggio sull’erogazione delle prestazioni concernenti i diritti civili e sociali da garantire su tutto il territorio nazionale, con particolare riferimento ai minori

RELAZIONI AL PARLAMENTO

Relazione sullo stato di attuazione del decreto legislativo recante la riorganizzazione dell’Associazione italiana della Croce Rossa (CRI) (esame Doc. CCVI, n. 1 – rel. Monchiero)

RISOLUZIONI

7-00114 Lorefice: Iniziative per recepire la sentenza del Tar Lazio n. 7078 del 2013 in materia di transazione nei confronti di soggetti danneggiati da sangue infetto (discussione)

COMMISSIONI RIUNITE

(XII e XIII)     RISOLUZIONI

7-00108 Taricco: Iniziative per verificare la compatibilità del sistema di etichettatura nutrizionale inglese con la normativa europea e per la tutela dei prodotti agroalimentari italiani

7-00128 Binetti: Iniziative per verificare la compatibilità del sistema di etichettatura nutrizionale inglese con la normativa europea e per promuovere una corretta alimentazione a tutela della salute (seguito discussione congiunta)

SEDE CONSULTIVA

Alla VIII Commissione: Disposizioni per il coordinamento della disciplina in materia di abbattimento delle barriere architettoniche (seguito esame nuovo testo C. 1013 D’Incecco – rel. D’Incecco)

SEDE REFERENTE

Disposizioni in materia di responsabilità professionale del personale sanitario (seguito esame C. 259 Fucci, C. 262 Fucci, C. 1324 Calabrò e C. 1312 Grillo – rel. Vargiu)

#Noporcellumday, lunedì 21 a Cagliari Roberto Giachetti e i sindaci della Sardegna che aderiscono allo sciopero della fame

#Noporcellumday, lunedì 21 a Cagliari Roberto Giachetti e i sindaci della Sardegna che aderiscono allo sciopero della fame

No al Porcellum:  i Riformatori sostengono la battaglia di Roberto Giachetti per una legge elettorale degna di questo Paese!

Lunedì 21 ottobre a Cagliari sono intervenuti Roberto Giachetti e tutti i sindaci e gli amministratori locali sardi che aderiscono alla staffetta del digiuno.

La buona politica ha fatto di tutto. Ora abbiamo bisogno della spinta dei cittadini per travolgere le resistenze dei partiti. Perché se non riusciremo ad abolire il porcellum, abbiamo fallito su tutta la linea e possiamo tornarcene a casa!

Leggi il programma!

 

Locandina evento 21

 

 

Le foto dell’incontro

 

2110incontro      Porcellum a pezzi

I tagli alla spesa sanitaria rischiano di decretare la fine del sistema sanitario nazionale

I tagli alla spesa sanitaria rischiano di decretare la fine del sistema sanitario nazionale

Mentre sembra che il governo continui a tagliare sulla sanità , è bene ricordare due numeri:

  • Secondo le Regioni, tra il 2010 e il 2015, il Sistema Sanitario Nazionale ha avuto una compressione della spesa pari a 31 miliardi di euro, sul totale di circa 110 mld di euro complessivi del Fondo Sanitario Nazionale.
  • La spesa pubblica per la sanità è in Italia pari al 7,1 per cento del PIL, uno dei valori più bassi tra i Welfare sanitari europei.
  • In Italia cresce invece la spesa direttamente a carico delle tasche dei cittadini, già al 2,2% deI PIL

Un eventuale e ulteriore taglio della spesa sanitaria in legge di stabilità rischia di decretare la fine dei principi di equità ed universalità, su cui si fonda il Sistema Sanitario italiano.

Perché il sistema possa reggere sono necessari i soldi, ma anche riforme strutturali urgenti e coraggiose. E’ giusto che se lo ricordi il Governo, ma soprattutto che lo sappiano bene tutti i cittadini italiani!

 Clicca qui per vedere l’audizione del Ministro Lorenzin in Commissione!

 

Programma dei lavori – Settimana 14-19 ottobre 2013

Scopri in sintesi quali temi saranno affrontati dalla XII Commissione Affari Sociali questa settimana.

*** Ho aderito a #parlamentocasadivetro, l’iniziativa promossa da Open Polis per  la trasparenza dei lavori in Commissione. Un impegno per ribadire la volontà di cambiamento delle istituzioni e l’apertura a meccanismi di partecipazione intelligente dei cittadini. ***

Sede referente

– Disposizioni in materia di responsabilità professionale del personale sanitario (esame C. 262 Fucci e C. 1324 Calabrò – rel. Vargiu)

– Disposizioni in materia di donazione del corpo post mortem a fini di studio e di ricerca scientifica (seguito esame nuovo testo unificato C. 100 Binetti, C. 702 Grassi e C. 1250 Dorina Bianchi – rel. Grassi)

– Disposizioni per la prevenzione, la cura e la riabilitazione della dipendenza da gioco d’azzardo patologico (seguito esame C. 101 Binetti, C. 102 Binetti, C. 267 Fucci, C. 433 Mongiello e C. 1596 Baroni – rel. Binetti)

Interrogazioni

Dall’Osso: Monitoraggio sulle case famiglia ed eventuale creazione di un albo a livello nazionale

Venittelli: Tempi e modi di erogazione delle risorse spettanti alla regione Molise in base al decreto interministeriale 26 giugno 2013

Commissioni congiunte (XII e XIII): risoluzioni

7-00108 Taricco: Iniziative per verificare la compatibilità del sistema di etichettatura nutrizionale inglese con la normativa europea e per la tutela dei prodotti agroalimentari italiani (discussione)

INDAGINE CONOSCITIVA – COMMISSIONI CONGIUNTE (V-XII)

La sfida della tutela della salute tra nuove esigenze del sistema sanitario e obiettivi di finanza pubblica: audizione del Ministro della salute, Beatrice Lorenzin