DL Terremoto, Vargiu chiede di velocizzare la destinazione dei fondi: Governo accoglie odg

giovedì 23 marzo 2017

Di seguito il testo dell’odg a firma Vargiu e Matarrese accolto dal Governo, in merito al DL Terremoto approvato poco fa dalla Camera dei Deputati.

La Camera – premesso che:

 

il provvedimento in esame reca l’approvazione di nuove misure urgenti a sostegno delle zone colpite dagli eventi sismici;

 

tra gli obiettivi del provvedimento c’è quello di contrastare lo spopolamento delle zone colpite dal sisma, ma ancora agibili, anche attraverso la ricostruzione del tessuto economico fortemente compromesso dai danni prodotti dal terremoto, con una visione strategica che prevede interventi di medio e lungo periodo;


in particolare con l’art. 9 si stanziano 80 milioni a fondo perduto per le aziende di Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria che hanno subito danni in termini di riduzione della capacità produttiva;


tra le misure per far fronte all’emergenza economica vi è anche l’istituzione di una carta acquisti per le fasce più deboli ed il sostegno al reddito per i cittadini residenti nel “cratere” dei 134 Comuni colpiti;


la Coldiretti ha inoltre stimato in 52 milioni e mezzo di euro solamente i danni subiti da aziende agricole e zootecniche: a questi e a quelli provocati alle aziende degli altri settori, si aggiungono i danni provocati dal maltempo dell’inverno appena trascorso, che hanno ulteriormente indebolito la resistenza della popolazione e frenato la ripresa economica;


si prevede altresì l’accelerazione dei procedimenti per la microzonazione sismica, cioè la mappatura che consentirà di scegliere le zone adatte alla ricostruzione: l’operazione dovrebbe essere affidata ad un team di professionisti con procedure di affidamento semplificate per snellirne l’iter burocratico;


per potere davvero essere efficaci, gli interventi a sostegno dell’impresa devono avere la indispensabile rapidità, in modo da consentire l’immediata ripresa della produzione e di tutte le attività che consentono il riposizionamento sul mercato;


impegna il Governo:

 

nel rispetto di tutte le necessità di trasparenza e di legittimità delle norma, a valutare l’opportunità di rendere l’iter di assegnazione dei fondi alle regioni colpite quanto più celere possibile, vigilando altresì sulla rapidità del trasferimento delle risorse spettanti agli aventi diritto, con particolare riferimento alle risorse destinate al mondo dell’impresa, evitando in tutti i modi che eventuali rallentamenti da eccesso di burocrazia possa ostacolare il processo di ricostruzione del tessuto economico, di ripristino delle condizioni di agibilità per le imprese locali e di ripopolamento dei luoghi colpiti dal sisma.

Nessun commento.
Inserisci un commento

In Agenda